Castagnole alla ricotta

Castagnole alla ricotta

Non le solite castagnole!

La ricotta aggiunta direttamente nell’impasto conferisce un elevata morbidezza e sofficità da farle sciogliere in bocca al primo morso.

E vi avviso: creano dipendenza.

 

Ingredienti

170gr di farina 00

50gr di fecola o maizena

60gr di zucchero semolato

2 tuorli

125gr di ricotta di mucca

1\2 bicchierino di varnelli

30gr di strutto

1 limone non trattato

1 arancia  non trattata

1\2 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

olio di semi per friggere q.b.

zucchero q.b.

 

Procedimento

In una ciotola capiente unite tutti gli ingredienti secchi: la farina, la fecola, il lievito, lo zucchero e le bucce grattugiate degli agrumi. Poi formate un buco al centro e unite lo strutto, la ricotta, il liquore e i tuorli precedentemente sbattuti con un pizzico di sale. Mescolate  il centro con una forchetta e man mano inglobate sempre più farina  poi iniziate ad impastare con le mani fino ad ottenere un panetto omogeneo e non appiccicoso. Formate una palla e fatelo riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente avvolto da pellicola trasparente. Una volta trascorso il tempo indicato ricavate tante piccole palline ( circa 2 cm di diametro).  Prendete una pentola dai bordi alti, riempitela di olio e ponetela sul fuoco. Quando la temperatura avrà raggiunto circa 175 grandi iniziate a friggere le vostre castagnole.

Se non avete a disposizione un termometro immergete nell’olio un pezzettino di pasta: se si riempie di bollicine e si colora lentamente significa che la temperatura dell’olio è quella giusta.

Immergete le castagnole poche alla volta, dopo qualche minuto giratele con un mestolo forato e fatele cuocere per altri due minuti.

Scolatele su della carta assorbente, poi ancora calde tuffatele nello zucchero.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *