Le Castagnole di Nonno Maso

Le Castagnole di Nonno Maso

Una ricetta antichissima quella delle castagnole marchigiane. Prima si lessano poi si friggono e si spolverano di zucchero a velo. Niente lievito chimico e lievito madre ma solo albume montato a neve. È questo il segreto che le rende così morbide e soffici.

Buon Martedi Grasso!

 

Ingredienti

5 uova

5 cucchiai di zucchero

3 cucchiai di olio evo

1 tazzina di caffè  di anisetta

30 cucchiai di farina 00

olio di arachidi per friggere q.b.

zucchero a velo q.b.

 

 

Procediemento

Montate i tuorli con lo zucchero fino a che non avrete ottenuto una spuma poi aggiungete l’olio e l’anisetta. Aggiungete la metà della farina precedentemente setacciata. Montate gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale. Poi incorporateli con un movimento dal basso verso l’alto al composto di uova e zucchero. Aggiunte anche la restante parte di farina mescolando sempre dal basso verso l’alto.  Dovrete ottenere un composto denso ma ancora appiccicoso.  Mettete  a bollire in una casseruola abbondante acqua. Trasferite il composto  in una sac à poche. Non appena l’acqua inizierá a bollire, posizionate la sac à poche sopra alla casseruola e spingete il composto all’estremità della tasca: ottenete dei gnocchetti di circa 2/3 cm aiutandovi con un coltello.  Cuoceteli per circa 5 minuti poi scolateli e adagiateli su dei canovacci ad asciugare. Quando si saranno completamente asciugati friggeteli in abbondante olio bollente. Poi scolateli asciugateli con della carta da cucina e quando si saranno raffreddati spolverizzateli con dello zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *